ENCORE: “Sfatiamo i FALSI MITI della sostenibilità nel mondo dei gestori di piscine”

La sostenibilità è un termine confuso e ingannevole

Questo è assolutamente falso. Il termine sostenibilità ha un significato molto preciso, anche se spesso il suo significato viene travisato o male interpretato.

Ad esempio per molti gestori “sostenibilità” è la capacità della piscina di mantenersi dal punto di vista finanziario, crescendo nel tempo per clientela e fatturato. Anche ai forum di settore a cui ho avuto occasione di partecipare, i gestori hanno quasi sempre affrontato la sostenibilità come la capacità del settore di crescere promuovendo il proprio sviluppo.

La definizione di “sostenibilità” risale agli anni ’80 quando le Nazioni Unite hanno definito come “Sostenibile” quello sviluppo in grado di assicurare il soddisfacimento dei bisogni della generazione presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di realizzare i propri.

Questa nuova consapevolezza derivava dalla presa di coscienza da parte delle grandi nazioni mondiali, degli effetti dell’industrializzazione e dell’incremento della popolazione sul pianeta: da un lato agisce il surriscaldamento globale per effetto antropico, dall’altro il consumo di molte più risorse di quante ne abbiamo a disposizione. Ad oggi si stima ci vorrebbero più di 1,5 Terre per soddisfare i nostri bisogni, e questo numero è destinato ad aumentare se non diminuiamo il nostro utilizzo di risorse (pensiamo alla deforestazione, alla criticità del ciclo dell’acqua, etc. tutti temi molto discussi)

Il tema della sostenibilità è ormai parte del sentire del comune. Argomenti come l’effetto serra, lo sfruttamento delle risorse da parte dei paesi industrializzati, l’inquinamento dato dai combustibili fossili sono affrontati dal punto di vista socio-economico quotidianamente.

Sempre più anche gli stakeholders, quindi, cercano di capire l’impatto delle strutture sul sistema, e la consapevolezza dell’opinione pubblica è in forte crescita.

Questo vale anche per il mondo dell’acqua.

Una piscina o un centro benessere sostenibile, quindi, sono strutture nella quali gli aspetti di sostenibilità economica si incrociano e bilanciano con gli aspetti relativi all’impatto ambientale e all’equità sociale.

I report di sostenibilità sono materia per multinazionali e non per gli operatori del mondo dell’acqua.

Anche questo è un falso mito. Secondo un recente studio condotto dal Global Reporting Initiative, istituzione europea che ha emanato le linee guida sui report di sostenibilità, tutte le PMI che hanno intrapreso la strada della sostenibilità e del reporting hanno scoperto dei benefici sia interni che esterni.

Oltre a soddisfare le sempre più crescenti esigenze degli utenti in tema di eticità e rispetto dell’ambiente, infatti, le PMI che si occupano di sostenibilità istituiscono anche relazioni privilegiate con la cittadinanza, le istituzioni e gli istituti di credito. Per fare un esempio basti pensare ai bandi europei collegati al tema.

Un beneficio fondamentale del processo di comunicazione ed approccio sistematico alla sostenibilità è la possibilità di monitorare i progressi compiuti ed evidenziare le aree suscettibili di miglioramento, in modo da poter gestire ciò che viene misurato e apportare cambiamenti ove necessario.

Dal punto di vista energetico ed ambientale, abbiamo sperimentato direttamente che una volta misurata e valutata la performance del centro natatorio si possono individuare le aree nelle quali poter ottenere risultati migliori, come potenziali aumenti di produttività e riduzioni dei costi. Un buon punto di partenza a nostro avviso consiste appunto nell’analisi energetica e dell’impatto ambientale delle proprie attività; di qui si sviluppa la consapevolezza dei propri punti di forza e di debolezza e si delinea una guida nell’affrontare i passi successivi di un percorso virtuoso, come vi racconteremo più avanti. Saremo quindi felici di accompagnare i gestori che vogliono diventare modello di impresa su questo percorso, mutuando sul mondo piscina le esperienze che stiamo consolidando in settori affini.

 

[Tommaso Vagliano]
Energy Manager ed Esperto in Gestione dell’Energia (EGE), socio fondatore di Encore srl.
www.encorecompany.it

Via Praimbole 7, 35010 Limena (PD)

© Copyright 2018 Acquanetwork Tutti i diritti riservati.
Segreteria: +39 320 9118240
segreteria@acquanetwork.it
p.iva 92254220285